(R)iniziamo

Logo Ufficiale Under the Sunset


Ok, ripartiamo pure. Si beh, perché ancor prima di presentarci dovremmo tenervi presente che l’Under the Sunset è un progettino che nasce circa più di un anno fa. Un “progettino” nato in un garage buio e tetro, che si è visto gradualmente riempire di sempre nuovi volti. Insieme alla venuta dei vari personaggi che hanno contribuito a creare quel clima sempre più familiare, il garage si è strutturato nella sua fisionomia volutamente kitsch, racimolando poltrone, tappeti, tavole da surf, maiali motorizzati a dondolo o corna di vacca (eh?): accogliendo ossia i più svariati elementi dai più svariati luoghi nelle più svariate contingenze. Occorre subito fare però un chiarimento: UtS è un progetto, non un garage. Tipo l’estate per le quindicenni in tempesta ormonale, l’UtS è uno stato mentale: non ha una vera e propria contingenza, ma sappiamo solo indicarvi che le sue principali forme sono il voler star bene assieme e la curiosità verso il fantasmagorico mondo dei Cocktails.

Si perché fondamentalmente è di questo che si parla. In un mondo che si dice vada sempre più veloce, che richieda l’appiattimento del passato e del futuro in un eterno presente senza memoria continuando a proclamare l’eccezionalità -e la conseguente inflazione- di ogni qualsivoglia evento, un mondo che richieda di esser sempre più connessi, in sintonia con i suoi ritmi frenetici, noi siamo quelli che frenano e si mettono da parte. Non siamo gli alternativi, gli eccezionali o gli elitari, non abbiamo bisogno di etichette: sarete voi a darcene se proprio non potrete farne a meno. Siamo solo curiosi, ve lo ripeto. Nella moda odierna vigono imperativi che banalizzano il gusto correlandolo a scelte di convenienza, o forse solo ignoranza, che vedono il bere come un prodotto di consumo (maledetti aperitivi con buffet) o ancor peggio di mal costume; il bere è per noi un piacere, un gusto personale. Personale è però un aggettivo che richiede innanzitutto una scoperta ed una scelta, insomma una selezione conseguente a varie sperimentazioni. Ricordiamo a proposito -a scanso di equivoci verso scarsa responsabilità-  l’unico nostro imperativo di un grande barman passato, Angelo Zola:

“Bere Miscelato è Bere Moderato”

C’è un mondo sommerso dietro i banconi, nascosto tra le bottiglie e gli shaker, che riguarda direttamente noi, il nostro modo di intendere la convivialità. Un mondo che intreccia la pubblica relazione (il parlare al barista è la prima forma di psicoanalisi che la vita della metropoli ricordi) alla stregoneria, diretto figlio della divinatoria attività alchemica. La segreta chiave per trasmutare il piombo in oro o  meglio alcool, zucchero, spezie ed aromi in elisir di felicità. L’etimo di Cocktail è incerto, però c’è chi lo riconduce alla vicenda di un certo Betsy Flanagan, che nella sua taverna americana mesceva whiskey e gin, di bassa qualità presumibilmente, con succhi di frutta. Queste pozioni si meritarono il nome di “coda di gallo”, in virtù dell’ampia gamma di colori proposta. Un mondo colorato e sfavillante.

Ecco spiegato il perché del nostro logo con un bicchiere Martini e due chiavi inglesi, per chiunque se lo fosse chiesto: Under the Sunset unisce la raffinatezza al rozzo, il serio al faceto, l’UtS è un officina, una bottega d’artigiano, un laboratorio di ricerca del gusto. Perché questo nome ? Perché oltre a nascere in un garage sottoterra, ritrovo da late night stuff, noi siamo fuori dalle ultime luci della ribalta , siamo quelli che si muovono nascosti in quel crepuscolo per anticipare e magari riscoprire ciò che è stato già detto, ma già dimenticato.

Questa è la nostra avventura, la nostra ricerca senza tempo.

Pronti a (ri)partire?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...